Discussione:
Che vita.....
(troppo vecchio per rispondere)
Maurizio
2004-10-08 20:28:11 UTC
Permalink
In principio c'è il solone di turno che trincia giudizi e sputa sentenze su
un determinato pezzo. Poi a ruota, vuoi per ruffianeria , per inferiorità ,
per scarsa conoscenza del prodotto
o più semplicemente per un semplice copia-incolla, tanti si allineano.
Questo mi sembra è successo a " Che vita ha fatto ", infatti da più parti si
legge che non è all'altezza dell'album nel quale è stato inserito( e
purtroppo ci devo mettere pur nella sua encomiabile opera il buon Galvan) .
Ebbene io ritengo che questo brano sia tra i più belli in assoluto del
periodo bianco( si ascolti quando parte il pezzo centrale con i fiati).
Davvero sconvolgente.
Naturalmente la mia è una valutazione da profano, mi aspetto il commento dei
" tecnici ".

Maurizio

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Simone Dalle Crode
2004-10-08 20:37:06 UTC
Permalink
Post by Maurizio
Ebbene io ritengo che questo brano sia tra i più belli in assoluto del
periodo bianco( si ascolti quando parte il pezzo centrale con i fiati).
Davvero sconvolgente.
Il passaggio con i fiati è superlativo.
Questa la mia pole position per DG:

In prima fila 1-6-8
In seconda 4-5
In terza 2-3-7
giuseppe medici
2004-10-08 21:32:29 UTC
Permalink
Post by Simone Dalle Crode
Post by Maurizio
Ebbene io ritengo che questo brano sia tra i più belli in assoluto del
periodo bianco( si ascolti quando parte il pezzo centrale con i fiati).
Davvero sconvolgente.
Il passaggio con i fiati è superlativo.
In prima fila 1-6-8
In seconda 4-5
In terza 2-3-7
"che vita ha fatto" io me lo ritrovo ne "L'apparenza" :-))

Ciao
Giuseppe



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
yaya
2004-10-08 22:03:07 UTC
Permalink
Post by giuseppe medici
"che vita ha fatto" io me lo ritrovo ne "L'apparenza" :-))
Ah ah ah

Occhio , Urbani è in agguato...

Ciao
giuseppe medici
2004-10-08 22:13:22 UTC
Permalink
Post by yaya
Post by giuseppe medici
"che vita ha fatto" io me lo ritrovo ne "L'apparenza" :-))
Ah ah ah
Occhio , Urbani è in agguato...
Ciao
Di Battisti tutto in ORIGINALE!!!
Intendevo dire che mi ricorda "Allontanando"

Ciao
Giuseppe

ps. la mia classifica di gradimento è in linea
con la tua.. tranne per i due
brani che non mi piacciono:
7. Il doppio del gioco
8. Madre pennuta

Ciao
Giuseppe







--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Raffaella
2004-10-09 08:58:04 UTC
Permalink
Post by giuseppe medici
Post by yaya
Post by giuseppe medici
"che vita ha fatto" io me lo ritrovo ne "L'apparenza" :-))
Ah ah ah
Occhio , Urbani è in agguato...
Ciao
Di Battisti tutto in ORIGINALE!!!
Intendevo dire che mi ricorda "Allontanando"
Io avevo capito la tua boutade, purtroppo ci sono persone che pensano che
altre persone si servano esclusivamente dello "scarico":-))))

Tornando alla collocazione che fai tu, mi sento di dissentire.
Allontando è una delle mie preferite di quell'album, non mi ha mai portato
alla mente Che vita ha fatto.
Quest'ultima (appunto da molti considerata minore come Madre pennuta che è
straordinaria, ma in quel disco non scarterei nulla:-)))) sarà passata
inosservata ai più (o ai meno), ma sia musica che testo sono intriganti.
Per l'assolo di fiati avete già detto voi, c'è pure un crescendo di archi
che male non fa (ben condito amato t'ho!).
Aggiungo solo all'interpretazione finale di Galvan (vedi link di Mariovic)
che a
mio avviso andrebbe integrata per:
"Come sta, come stai, come sto. la voce coniugandoci s' allontanò"
Visto che il testo è un susseguirsi di tempi dei verbi sbagliati (al
momento sbagliato come poi ripreso in:
"ti avvicinavo
e ti accostavo,
sbagliando i tempi")
aggiungerei che "finalmente i verbi si sono coniugati (sposati)", sono
stati uniti in matrimonio dalla terza voce, con effetto straniante (perchè
anche se sembra che ci sia un terzo incomodo, trovo che la terza persona sia
in realtà lo sdoppiamento del Lui che allontana finalmente quella
personalità che non c'entra:"che c'entro io":-))

Spero di non aver scritto un po' arzigogolato (alla Cristina), che si
capisca il senso:-)

Raffaella
Post by giuseppe medici
Ciao
Giuseppe
yaya
2004-10-08 22:01:55 UTC
Permalink
Post by Simone Dalle Crode
Post by Maurizio
Ebbene io ritengo che questo brano sia tra i più belli in assoluto del
periodo bianco( si ascolti quando parte il pezzo centrale con i fiati).
Davvero sconvolgente.
Il passaggio con i fiati è superlativo.
In prima fila 1-6-8
imho 1,6 sono l'eccellenza
Post by Simone Dalle Crode
In seconda 4-5
imho 8,7,2
Post by Simone Dalle Crode
In terza 2-3-7
imho 3,4,5

Ciao
yaya
2004-10-08 21:59:02 UTC
Permalink
Post by Maurizio
In principio c'è il solone di turno che trincia giudizi e sputa sentenze su
un determinato pezzo. Poi a ruota, vuoi per ruffianeria , per inferiorità ,
per scarsa conoscenza del prodotto
o più semplicemente per un semplice copia-incolla, tanti si allineano.
Questo mi sembra è successo a " Che vita ha fatto ", infatti da più parti si
legge che non è all'altezza dell'album nel quale è stato inserito( e
purtroppo ci devo mettere pur nella sua encomiabile opera il buon Galvan) .
Ebbene io ritengo che questo brano sia tra i più belli in assoluto del
periodo bianco( si ascolti quando parte il pezzo centrale con i fiati).
Davvero sconvolgente.
Naturalmente la mia è una valutazione da profano, mi aspetto il commento dei
" tecnici ".
E' un capolavoro.

Pensa che io sento l'umidità , quando l'ascolto...( giusto preludio al
diluvio successivo)
Che Vita ha fatto per me è un brano Jazz ( come l'inizio di Fatti un pianto
e altre cosine qua e là)
Ma è un brano strepitoso che può contare su armonia, ritmica e atmosfere
ricercate.
Per me sta due gradini sopra Il doppio del gioco , Madre Pennuta( prima
parte esclusa , altro capolavoro sottovalutato) , e comunque sopra Equivoci
amici; sullo sttesso piano delle rimanenti .

Ciao
omero
2004-10-09 07:01:41 UTC
Permalink
E' uno dei miei brani preferiti del'album. Forse il preferito a pari merrito
con "Fatti un pianto", a seguire "le cose che pensano", anche se a seconda
dei periodi, riascoltandolo, cambio leggermente opinione su alcuni brani e
quindi graduatoria. Ad esempio, "Madre pennuta", all'inizio era tra le mie
preferite, poi l'ho fatta "scivolare" più in basso. "Equivoci amici" e
"Fatti un pianto" sono quelli che mi piacciono meno.
Saluti
Omero
Renato De Rosa
2004-10-09 08:18:38 UTC
Permalink
Post by omero
E' uno dei miei brani preferiti del'album. Forse il preferito a pari merrito
con "Fatti un pianto", a seguire "le cose che pensano", anche se a seconda
dei periodi, riascoltandolo, cambio leggermente opinione su alcuni brani e
quindi graduatoria. Ad esempio, "Madre pennuta", all'inizio era tra le mie
preferite, poi l'ho fatta "scivolare" più in basso. "Equivoci amici" e
"Fatti un pianto" sono quelli che mi piacciono meno.
Saluti
Omero
Perché nessuno nomina "il diluvio"?

Renato
Raffaella
2004-10-09 09:19:48 UTC
Permalink
Post by Renato De Rosa
"> >
Perché nessuno nomina "il diluvio"?
Perchè in questo thread si parlava di Che vita ha fatto:-)

Qualcuno l'ha citata in classifica personale.
Il diluvio è messa per ultima perchè è il condensato di tutta l'acqua che vi
è nelle altre sette canzoni. (e come acqua intendo essenza di vita), ma le
ultime saranno le prime:-)
Sembra però una canzone a sè stante come impatto musicale.
Devo ancora una volta dire che aveva ragione chi paragonava la sigla di E.R.
a questo brano, chi vuole fare il confronto mi chieda l'MP3.
Ci sono dei punti in comune (che sono stati presi indubbiamente
inconsapevolente dall'autore
http://digilander.libero.it/madmanbb/howard.html , che
incredibbileeeeeeeeeee è collaboratore di Elton John!)

Raffaella
Post by Renato De Rosa
Renato
Renato De Rosa
2004-10-09 09:57:06 UTC
Permalink
Post by Raffaella
Il diluvio è messa per ultima perchè è il condensato di tutta l'acqua che vi
è nelle altre sette canzoni. (e come acqua intendo essenza di vita), ma le
ultime saranno le prime:-)
Sembra però una canzone a sè stante come impatto musicale.
A mio avviso é, nella storia della musica, la canzone che maggiormente fonde
testo, musica, arrangiamenti nella evocazione di un tema.
Nel nostro caso quello della pioggia. Si può paragonare il risultato di
onomatopea musicale a quello delle composizioni dei grandi della musica
classica (Le quattro stagioni, la Pastorale, ecc.)
Post by Raffaella
Devo ancora una volta dire che aveva ragione chi paragonava la sigla di E.R.
a questo brano, chi vuole fare il confronto mi chieda l'MP3.
Grazie.

Renato
giuseppe medici
2004-10-09 12:22:02 UTC
Permalink
Post by Renato De Rosa
Post by Raffaella
Devo ancora una volta dire che aveva ragione chi paragonava la sigla di
E.R.
Post by Raffaella
a questo brano, chi vuole fare il confronto mi chieda l'MP3.
Grazie.
Renato
Non ci posso credere...Raffa che spedisce un Mp3
all'Innominato :-)





--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Raffaella
2004-10-09 19:05:24 UTC
Permalink
Post by giuseppe medici
Non ci posso credere...Raffa che spedisce un Mp3
all'Innominato :-)
SE c'è da fare una cosa si fa, se c'è da andare dal dentista ci si va:-)))
Se posso dare, do.
Non sai che gli ho pure mandato un file immagine spiritoso ma evidentemente
la sua "elegante ironia" non si abbassa a commentarlo:-)))

Raffaella
Renato
2004-10-09 21:35:11 UTC
Permalink
Post by Raffaella
Post by giuseppe medici
Non ci posso credere...Raffa che spedisce un Mp3
all'Innominato :-)
SE c'è da fare una cosa si fa, se c'è da andare dal dentista ci si va:-)))
Se posso dare, do.
E se davvero inviarmi un file é come andare dal dentista, beh, ti manderò la
parcella... :-)
Post by Raffaella
Non sai che gli ho pure mandato un file immagine spiritoso ma
evidentemente
Post by Raffaella
la sua "elegante ironia" non si abbassa a commentarlo:-)))
Il gattone col nasone? Ho apprezzato e risponderò per le rime (scherzose).
Dammi tempo però...

Renato
Raffaella
2004-10-10 07:43:51 UTC
Permalink
"> > >
E se davvero inviarmi un file é come andare dal dentista, beh, ti manderò la
parcella... :-)
Spero tu sia un titillatore piumato, che ti tenga leggero:-)
Il gattone col nasone? Ho apprezzato e risponderò per le rime (scherzose).
Dammi tempo però...
Abbiamo tutto il tempo....

Raffaella
Renato
Raffaella
2004-10-10 07:41:32 UTC
Permalink
Post by Renato De Rosa
Post by Renato De Rosa
A mio avviso é, nella storia della musica, la canzone che maggiormente fonde
testo, musica, arrangiamenti nella evocazione di un tema.
Nel nostro caso quello della pioggia. Si può paragonare il risultato di
onomatopea musicale a quello delle composizioni dei grandi della musica
classica (Le quattro stagioni, la Pastorale, ecc.)
Sì, se spiegata passo passo come Le quattro stagioni (retaggio di scuola) si
può percepire "il sussurro dell'acqua" in ogni passaggio.
Di contro aggiungo che la stessa Giornata Uggiosa (brano) ha come incipit
proprio un temporale ma prima dell'arrivo delle sontuose chitarre se vi fate
caso c'è una specie di maracas che ripropone l'effetto scrosciante.
Questo effetto lo posso riproporre io ribaltando di volta in volta il
"bastone della pioggia" (oggetto africano per invocare il fenomeno) che ho
da molti anni.
Si è usato quindi un strumento che simula la pioggia anche nella canzone.

Raffaella
Simone Dalle Crode
2004-10-10 11:46:06 UTC
Permalink
Post by Raffaella
Di contro aggiungo che la stessa Giornata Uggiosa (brano) ha come incipit
proprio un temporale ma prima dell'arrivo delle sontuose chitarre se vi
fate caso c'è una specie di maracas che ripropone l'effetto scrosciante.
Questo effetto lo posso riproporre io ribaltando di volta in volta il
"bastone della pioggia" (oggetto africano per invocare il fenomeno) che ho
da molti anni.
Ma allora Gi aveva ragione a parlar di rughe, a parlar di vecchie streghe :)
Fossi in lui però mi preoccuperei: chissà che macumba stai preparando ;-)
A proposito di macumba vediamo chi è più bravo e mi dice l'autore,
il giornale e il disco recensito con quella parola nel titolo...
gazz
2004-10-11 09:04:08 UTC
Permalink
Post by Simone Dalle Crode
A proposito di macumba vediamo chi è più bravo e mi dice l'autore,
il giornale e il disco recensito con quella parola nel titolo...
Mmmm, difficile.
Alberto Camerini cantava, qualche anno fa, in un suo brano il (o la)
macumba.
I Litfiba pure hanno fatto "Elettromacumba".
Angelique Kidjo pure...
Anche Caparezza in Dualismi (da Verità supposte) ne parla/canta.
I Bikeride, un paio di anni fa, fecero un disco che s'intitolava "Morning
macumba".
Mi pare che anche i Matt Bianco.
Ho paura però, che tu ti riferissi a qualcosa di più specifico e inerente.
Dai Simone, fammi dormire questa notte! :))))

gi
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Ugo
2004-10-11 12:59:29 UTC
Permalink
Post by gazz
Post by Simone Dalle Crode
A proposito di macumba vediamo chi è più bravo e mi dice l'autore,
il giornale e il disco recensito con quella parola nel titolo...
Mmmm, difficile.
Alberto Camerini cantava, qualche anno fa, in un suo brano il (o la)
macumba.
I Litfiba pure hanno fatto "Elettromacumba".
Angelique Kidjo pure...
Anche Caparezza in Dualismi (da Verità supposte) ne parla/canta.
I Bikeride, un paio di anni fa, fecero un disco che s'intitolava "Morning
macumba".
Mi pare che anche i Matt Bianco.
Ho paura però, che tu ti riferissi a qualcosa di più specifico e inerente.
Dai Simone, fammi dormire questa notte! :))))
gi
Simone,per favore rispondi altrimenti questo mi sta sveglio.
Sai,in questi casi approfittiamo per farlo dormire,uno "scassa" in meno.
Grazie per il grande favore.
Ciao.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Raffaella
2004-10-11 15:09:25 UTC
Permalink
Post by Simone Dalle Crode
Post by Raffaella
Di contro aggiungo che la stessa Giornata Uggiosa (brano) ha come incipit
proprio un temporale ma prima dell'arrivo delle sontuose chitarre se vi
fate caso c'è una specie di maracas che ripropone l'effetto scrosciante.
Questo effetto lo posso riproporre io ribaltando di volta in volta il
"bastone della pioggia" (oggetto africano per invocare il fenomeno) che ho
da molti anni.
Ma allora Gi aveva ragione a parlar di rughe, a parlar di vecchie streghe :)
Fossi in lui però mi preoccuperei: chissà che macumba stai preparando ;-)
A proposito di macumba vediamo chi è più bravo e mi dice l'autore,
il giornale e il disco recensito con quella parola nel titolo...
Renato Tortarolo (critico musicale - 1994)
Hegel è il più bello dei dischi edificati insieme da Battisti e Panella: una
cattedrale luminosa, in cui la genialità di Battisti prepara l'ennesima fuga
solitaria... Del resto il musicista è stato un innovatore, e adesso non fa
che proseguire sulle proprie tracce, come se inseguisse il suo spettro, al
ritmo di una macumba affascinante e ipnotica... Battisti potrebbe acantare
anche la tavola pitagorica o l'elenco del telefono: si finirebbe per
ascoltarlo lo stesso»

Secolo XIX



Raffaella
Simone Dalle Crode
2004-10-11 18:02:22 UTC
Permalink
"Simone Dalle Crode" <***@libero.it> ha scritto nel messaggio

Forse l'espressione che ho usato era equivoca e avete frainteso. Mi riferivo
a un album di Battisti recensito con quella parola nel titolo dell'articolo.
Raffy ha beccato cmq il giornale (Secolo XIX) e l'autore (Renato Tortarolo,
a cui evidentemente quel termine piace) ma non il disco... si trattava di un
pezzo di domenica 21 ottobre 1990: Battisti, una macumba da terzo millennio.
Il disco analizzato era ovviamente La sposa occidentale.

Che cosa rimane all'ascoltatore del fiume di parole che Battisti discende
tra rapide correnti con quella sua voce tirata allo spasimo sino ai falsetti
? Saranno un pretesto ? Battisti voleva scrivere musica per ballare ? Voleva
immaginare la migliore colonna sonora per la discoteca dei nostri sogni più
futuribili ? O ha predicato semplicemente il suo viaggio verso casa, cioè
l'atto di consegnare l'ennesima collezione di canzoni a un pubblico che
appare invecchiare più precocemnete della sua musica ?



ps non disprezzabile il citazionismo di Gi :)
giuseppe medici
2004-10-11 19:52:55 UTC
Permalink
ps non disprezzabile il citazionismo di Gi :)
che GAZZ scrivi!!! Ha cannato completamente!!!

Ciao
Giuseppe



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Raffaella
2004-10-11 20:39:32 UTC
Permalink
Post by Simone Dalle Crode
Forse l'espressione che ho usato era equivoca e avete frainteso. Mi riferivo
a un album di Battisti recensito con quella parola nel titolo
dell'articolo.
Post by Simone Dalle Crode
Raffy ha beccato cmq il giornale (Secolo XIX) e l'autore (Renato Tortarolo,
a cui evidentemente quel termine piace) ma non il disco... si trattava di un
pezzo di domenica 21 ottobre 1990: Battisti, una macumba da terzo millennio.
Il disco analizzato era ovviamente La sposa occidentale.
Oddio! ero convintissima della cosa.
Avevo dato una scorsa ai vari articoli (la maggior parte tuoi) ma non ho
trovato nel titolo nulla che mi illuminasse.
Poi ho cercato ancora (veramente l'ho trovato on line, evidentemente ho
saputo cercare meglio!!!!) ed è tratto dai commenti di Emozioni (Lauro
Turrini), nominato due volte in pochi post:-)).
Resta il fatto che l'autore ha, diciamo, poca fantasia; nel senso che un
appellativo del genere usato per due dischi mi sembra un po' un reiterare il
concetto: che i due dischi gli comunichino la stessa cosa.
In realtà li trovo agli atipodi.
Bella cmq la sua ultima frase:
"consegnare l'ennesima collezione di canzoni a un pubblico che
appare invecchiare più precocemente della sua musica ?"


Raffaella

ps
delle macumbe, non legate a Battisti, ne parla anche Salvatore.
Maurizio
2004-10-11 20:54:00 UTC
Permalink
Scusate se mi accodo per fare una prova.
Rimango comunque in tema in quanto per un
neofita di internet come il sottoscritto calza a
pennello il titolo Che vita. Infatti è stata una vita
configurare il NG con Outlook.
Scusate

Maurizio

omero
2004-10-10 07:55:00 UTC
Permalink
">
Post by Renato De Rosa
Perché nessuno nomina "il diluvio"?
Renato
"Il diluvio". E già!
Il diluvio viene alla fine (del mondo) per lavarne i peccati. E si era
preannunciato con uno scroscio d'acqua in una giornata uggiosa.
Al tempo dell'uscita dell'album lessi una recensione su un quotidiano, non
ricordo di chi, in cui non si parlava molto bene dell'album, fatta eccezione
per quest'ultimo brano: "Il diluvio", che, secondo il critico, da solo
valeva il prezzo dell'album.
Nella mia graduatoria non l'ho citato tra i primi, ma nemmeno tra gli
ultimi. Forse i grandi conoscitori di musica possono dare un giudizio basato
sulla loro conoscenza tecnica. Io non sono un conoscitore di musica. Un
brano lo apprezzo o meno "ad orecchio". Sicuramente non riesco tutt'ora a
comprendere fino in fondo la "straordinarietà" di questo brano rispetto agli
altri. Chissà, prima o poi l'illuminazione può arrivare. Se spioverà!
Continua a leggere su narkive:
Loading...