Discussione:
Sanremo e dintorni
(troppo vecchio per rispondere)
Gaetano
2015-11-30 12:19:20 UTC
Permalink
Raw Message
La ridente costa labbriforme ( la Liguria ) fu una mia intuizione. All’epoca
ricordo sul Ng di Battisti in molti sorrisero per questa mia quasi boutade.
Leggendo la versione sul tuo libro, riconosci a metà la mia trovata. Il
piede che scende dal predellino del treno è quello di Battisti, ne sono
convinto. Ho fatto numerose altre scoperte in questi ultimi tempi: la pietra
mistica sono le Alpi Mistiche che stanno sulla dorsale di ponente della
Liguria, proprio a ridosso della riviera dei fiori. L’umorista turista
( allacciandosi alla ridente costa ) era un riferimento palese al Festival
dell’umorismo che si teneva ( per tantissimi anni ) a Bordighera, a pochi
passi da Sanremo. Nella canzone Lucio ritrova dopo tanti anni la sua terra,
dove ancor oggi viene celebrato. Fece un lungo tour sulla riviera di
ponente, a Varazze e dintorni, agli inizi della sua carriera. A Borgio
Verezzi ( ancor oggi ) ogni anno a inizio estate vari gruppi musicali si
esibiscono con tributi vari in sua memoria. Panella gioca da maestro con le
parole e i doppisensi della sua “Avventura “ sanremese. Il predellino del
palco e del treno, l’ossigeno ( l’aria della canzone ) le bracciate del
direttore d’orchestra ( Giampiero Reverberi ) e quelle dei bagnanti, il
dado, ( riferimento al lancio dei dadi al casinò ) insomma un piccolo
riconoscimento me lo sarei aspettato caro Alessandro...

ciao Gaetano
k***@gmail.com
2015-11-30 23:03:54 UTC
Permalink
Raw Message
La ridente costa labbriforme ( la Liguria ) fu una mia intuizione. All'epoca
ricordo sul Ng di Battisti in molti sorrisero per questa mia quasi boutade.
Leggendo la versione sul tuo libro, riconosci a metà la mia trovata. Il
piede che scende dal predellino del treno è quello di Battisti, ne sono
convinto. Ho fatto numerose altre scoperte in questi ultimi tempi: la pietra
mistica sono le Alpi Mistiche che stanno sulla dorsale di ponente della
Liguria, proprio a ridosso della riviera dei fiori. L'umorista turista
( allacciandosi alla ridente costa ) era un riferimento palese al Festival
dell'umorismo che si teneva ( per tantissimi anni ) a Bordighera, a pochi
passi da Sanremo. Nella canzone Lucio ritrova dopo tanti anni la sua terra,
dove ancor oggi viene celebrato. Fece un lungo tour sulla riviera di
ponente, a Varazze e dintorni, agli inizi della sua carriera. A Borgio
Verezzi ( ancor oggi ) ogni anno a inizio estate vari gruppi musicali si
esibiscono con tributi vari in sua memoria. Panella gioca da maestro con le
parole e i doppisensi della sua "Avventura " sanremese. Il predellino del
palco e del treno, l'ossigeno ( l'aria della canzone ) le bracciate del
direttore d'orchestra ( Giampiero Reverberi ) e quelle dei bagnanti, il
dado, ( riferimento al lancio dei dadi al casinò ) insomma un piccolo
riconoscimento me lo sarei aspettato caro Alessandro...
ciao Gaetano
Caro Gaetano,
se ritieni che abbia in qualche modo leso la tua propietà intellettuale ti prego di scusarmi.
Se me ne verrà concessa l'opportunità ti garantisco che inserirò una apposita notina in una edizione riveduta.
Considera però che c'è anche chi rivendica la paternità dell'intuizione della "a" di attaccapanni sulla copertina di DG.
Per non parlare di chi ha minacciato di citarmi in giudizio per aver pubblicato un libro su Battisti-Panella quattro anni dopo di lei (sto ancora aspettando la lettera dell'avvocato).
La mole di informazioni da gestire non è poca e non credo che sia il caso di attaccarsi ad ogni singola "rivelazione".
Anche perché l'unica proprietà intellettuale che a tutti noi dovrebbe interessare è quella di Panella-Battisti alla quale in un certo senso rendiamo omaggio.
Nel caso specifico d'avvero non ricordo ma non ho problemi ad accettare la tua versione.
Avendo discusso con te su molti argomenti mi sono rimaste in presso soprattutto le discordanze.
Spero mi darai atto che si tratta di un dettaglio perfettamente inserito nel disegno di insieme a tale punto da poter essere omesso: va da sé che la "labbriforme" costa sia un ottimo indizio ma non è determinante per l'interpretazione del testo.
Interessanti le tue ultime considerazioni (in particolare sulla pietra mistica): complimenti.
Buona notte.
alex
Gaetano
2015-12-03 12:45:23 UTC
Permalink
Raw Message
La ridente costa labbriforme ( la Liguria ) fu una mia intuizione. All'epoca
ricordo sul Ng di Battisti in molti sorrisero per questa mia quasi boutade.
Leggendo la versione sul tuo libro, riconosci a metà la mia trovata. Il
piede che scende dal predellino del treno è quello di Battisti, ne sono
convinto. Ho fatto numerose altre scoperte in questi ultimi tempi: la pietra
mistica sono le Alpi Mistiche che stanno sulla dorsale di ponente della
Liguria, proprio a ridosso della riviera dei fiori. L'umorista turista
( allacciandosi alla ridente costa ) era un riferimento palese al Festival
dell'umorismo che si teneva ( per tantissimi anni ) a Bordighera, a pochi
passi da Sanremo. Nella canzone Lucio ritrova dopo tanti anni la sua terra,
dove ancor oggi viene celebrato. Fece un lungo tour sulla riviera di
ponente, a Varazze e dintorni, agli inizi della sua carriera. A Borgio
Verezzi ( ancor oggi ) ogni anno a inizio estate vari gruppi musicali si
esibiscono con tributi vari in sua memoria. Panella gioca da maestro con le
parole e i doppisensi della sua "Avventura " sanremese. Il predellino del
palco e del treno, l'ossigeno ( l'aria della canzone ) le bracciate del
direttore d'orchestra ( Giampiero Reverberi ) e quelle dei bagnanti, il
dado, ( riferimento al lancio dei dadi al casinò ) insomma un piccolo
riconoscimento me lo sarei aspettato caro Alessandro...
ciao Gaetano
Caro Gaetano,
se ritieni che abbia in qualche modo leso la tua propietà intellettuale ti
prego di scusarmi.

Figurati, non sono il tipo. Solo che certe considerazioni vengono anche
con il contributo degli altri. Anch'io nelle mie analisi ho attinto qualcosa
dalle tue idee, in passato da Auriga e altri appassionati battistiani.
Però visto che tu hai scritto un libro , un piccolo ringraziamento agli
amici del Ng forse ci stava ( visto che in ogni pagina ci sono i trafiletti
dovuti ) Non sempre i compiti di casa sono farina del proprio sacco...

Se me ne verrà concessa l'opportunità ti garantisco che inserirò una
apposita notina in una edizione riveduta.

Non a me, ma sul Ng dove ti sei formato intellettualmente...

Considera però che c'è anche chi rivendica la paternità dell'intuizione
della "a" di attaccapanni sulla copertina di DG.

Beh, queste sono quisquilie, ognuno di noi lo sa. Non esageriamo...

Per non parlare di chi ha minacciato di citarmi in giudizio per aver
pubblicato un libro su Battisti-Panella quattro anni dopo di lei (sto ancora
aspettando la lettera dell'avvocato).

Dai queste sono cazzate belle e buone...

La mole di informazioni da gestire non è poca e non credo che sia il caso di
attaccarsi ad ogni singola "rivelazione". Anche perché l'unica proprietà
intellettuale che a tutti noi dovrebbe interessare è quella di
Panella-Battisti alla quale in un certo senso rendiamo omaggio.
Nel caso specifico d'avvero non ricordo ma non ho problemi ad accettare
la tua versione.

Sulla Liguria e Sanremo hai messo nero su bianco anche tu nel libro.
Poi che si tratti di Battisti o meno è un altro discorso...

Avendo discusso con te su molti argomenti mi sono rimaste in presso
soprattutto le discordanze. Spero mi darai atto che si tratta di un
dettaglio perfettamente inserito nel disegno di insieme a tale punto da
poter essere omesso: va da sé che la "labbriforme" costa sia un ottimo
indizio ma non è determinante per 'interpretazione del testo.
Interessanti le tue ultime considerazioni (in particolare sulla pietra
mistica): complimenti. Buona notte.alex

Grazie. Cmq la mia non è una rivendicazione salariale :-)
Solo un riconoscimento alla scuola dove tutti ci siamo formati...

Ciao Gaetano

Loading...